Problemi di network flow

In generale le reti di flusso sono modelli utilizzati per prendere decisioni in vari contesti applicativi, es.:
– sistemi di telecomunicazioni;
– trasporti;
– sistemi idraulici e/o sistemi meccanici;
– sistemi economici;
È scontato dire che a noi interessa il primo esempio e che questi modelli vengono “rispolverati” soltanto in fase progettuale o in fase di debug, non bisogna dimenticare che dietro la formulazione dei modelli ci sono grandi studi e analisi.
Continua a leggere

I predecessori del modello Von Neumann

I concetti fondamentali introdotti indipendentemente dal modello di Von Neumann sono, in sintesi:

  • L’algoritmo come concetto intuitivo: una sequenza finita di azioni elaborative da eseguire automaticamente: l’algoritmo necessita di un esecutore per essere eseguito;
  • IL modello di automa: ciascun automa esegue un algoritmo, ottenuto come sequenza di “uscite”, in risposta ad analoghi “ingressi”;
    Continua a leggere

Il modello di Von Neumann

L’architettura di un elaboratore non prescinde dai modelli teorici di base dell’informatica; anzi, almeno sul piano logico-funzionale, ne è la pratica attuazione.
Il modello fondamentale al quale si ispirano le architetture dei moderni calcolatori è quello di Von Neumann. Il modello originario ha subito, nel tempo, revisioni sostanziali ma non tali da ridefinirne uno distinto.

Continua a leggere

Livelli di astrazione e strati di un calcolatore

La suddivisione in livelli di un sistema per l’elaborazione delle informazioni (più comuinimente detto pc) può avvenire in funzione dell’utilizzatore o del progettista; Nella tab. 1 è mostrata la tipica suddivisione che si sviluppa dalla visione che ha l’utente finale del sistema fino a includere quella propria del progettista.
Continua a leggere

Obiettivo

L’obiettivo è diventare uno dei principali punti di riferimento per l’informatica aziendale facilitando il ciclo produttivo.

Crediamo che la competenza e disponibilità siano i nostri biglietti vincenti.